RoomCycling

Spinning

Cos’è lo spinning?

Lo spinning, come anche l’esecuzione della cyclette, dell’hydro bike e della bici sui rulli, è un’attività motoria di gruppo facente parte della categoria “indoor cycling” (ciclismo indoor, o ciclismo al coperto).

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/07/spinning-orig.jpeg

La pratica dello spinning richiede l’uso di una speciale bicicletta fissa, dotata di una particolare resistenza a volano, quindi simile ma non uguale ad una cyclette tradizionale. Le sessioni vengono pilotate da un istruttore, generalmente posizionato di fronte o a capo della classe, che in genere “tira” e motiva il gruppo.

Gli allenamenti di spinning sono finalizzati principalmente ad allenare la resistenza generale ma, basandosi sulle variazioni di ritmo e sulle ripetute, richiedendo quindi un dispendio energetico considerevole, intervengono positivamente anche nell’ottimizzazione del metabolismo lattacido. Lo spinning è quindi una disciplina fitness ad alta intensità – High Intensity Training (HIT) – e di tipo intervallato – Interval Training (IT); nel complesso potrebbe essere inquadrata tra le High Intensity Interval Training (HIIT).

Nota: esistono anche delle tipologie di indoor cycling praticate su biciclette con ruote, come il track cycling in velodromo, oppure l’artistic cycling (ciclismo artistico) e il cycle ball – una sorta di football europeo su ruote.

Benefici dello spinning

Lo spinning permette di consumare una grossa quantità di calorie, di allenare ed attivare il metabolismo aerobico – con tutti i benefici che questo comporta sull’apparato cardiovascolare e respiratorio – e di rinforzare la muscolatura degli arti inferiori. Sono particolarmente coinvolti i quadricipiti femorali e i muscoli posteriori della coscia – soprattutto grazie all’uso di scarpette da ciclismo o delle cinghie sui pedali. Per di più, nella posizione in piedi sulla sella, lo spinning attiva in maniera significativa anche il cingolo addominale e secondariamente pettorali e tricipiti brachiali. Entriamo più nel dettaglio.

Partiamo sottolineando che l’entità dei benefici che si possono trarre dallo spinning aumenta quanto più basso è il livello di chi si approccia a questa attività fitness, e sale ulteriormente in proporzione al carico globale di allenamento. In linea generale, potremmo dire che lo spinning:

  • Migliora la fitness cardio-vascolare e respiratoria: ciò è dovuto ad una maggior efficienza del cuore, che pompa più sangue con minor sforzo, e ad un miglioramento della circolazione, che vanta più elasticità arteriosa, capillarizzazione e ritorno venoso
    • Diminuisce la frequenza cardiaca a riposo
    • La pressione arteriosa tende a normalizzarsi – soprattutto quando eccessiva
    • Aumenta l’ossigenazione dei tessuti
    • Aumenta l’irrorazione coronarica del cuore
  • Migliora la fitness respiratoria: grazie ad una più efficace risposta dilatatoria dei bronchi e ad una miglior perfusione degli alveoli
    • Possono migliorare, pertanto, alcune forme di bronco pneumopatie croniche ostruttive (BPCO)
  • Migliora la fitness muscolare e tendinea specifiche: in termini di forza, resistenza alla forza, velocità, resistenza alla velocità, resistenza generale, potenza aerobica, potenza anaerobica ecc. I tendini diventano più resistenti e meno soggetti ad infortunio
    • Oltre ai suddetti, vengono reclutati in maniera non trascurabile anche: grande gluteo adduttori, abduttori, polpacci, estensori del piede.